1chakramodificato

Il primo chakra:

  •  è chiamato anche chakra della radice
  • si trova localizzato nel perineo, la zona tra l’ano e gli organi genitali.
  • sul piano fisico, è collegato al sistema linfatico, lo scheletro (ossa e denti), la ghiandola della prostata negli uomini, il plesso sacrale e le parti controllate da esso. Quest’ultime sono la vescica e il sistema di evacuazione, le estremità inferiori.
  • ATTENZIONE: Se AVETE un disturbo in una di queste zone del corpo, il primo chakra è SICURAMENTE coinvolto.
  • Il primo chakra è collegato all’odorato, senso fondamentale per la sopravvivenza.
  •  E’ associato alle aree della sicurezza, della sopravvivenza e della fiducia, alla sensazione di essere sani e salvi. Per la maggior parte delle persone la sicurezza è legata al denaro, alla casa e al lavoro. Quando questo chakra è in equilibrio  “ci si sente a casa” restando presenti nel qui e ora.
  • Il primo chakra è collegato con il rapporto instaurato con la madre. In famiglia infatti la madre nutre la prole e offre un posto sicuro per i propri figli. La relazione che il bambino instaura con la madre sarà lo specchio delle relazioni che si creeranno in futuro in relazione a tutto ciò che rappresenta sicurezza (casa, lavoro, denaro).

 

Se hai blocchi energetici sul chakra rosso, significa che le tue preoccupazioni sono legate alla sicurezza, alla sopravvivenza oppure alla soddisfazione di bisogni materiali.

Quando invece il chakra rosso si trova in equilibrio, la persona si sente “a casa propria”, solido e radicato. Si sente presente nel corpo fisico, nel qui e ora. Si fida delle sue percezioni e non ha problemi nel dare fiducia.

Quando si crea una tensione a livello del chakra rosso, a livello emotivo si avverte un senso di insicurezza. Una tensione ancora maggiore si trasforma in paura.

Chakra rosso e sintomi

Quando la tensione e il disequilibrio perdurano nel tempo, a carico del chakra rosso, la persona crea un sintomo che colpisce una parte collegata al chakra.

Qualsiasi condizione di squilibrio o sintomo riflette una tensione a livello di coscienza relativamente alla sicurezza, alla sopravvivenza, alla fiducia e al primordiale rapporto con la madre. Solo quando cambiano gli atteggiamenti rispetto ad una determinata area della vita e si inizia ad affrontare la situazione in modo diverso, allora i sintomi svaniscono tornando in salute. Non c’è nulla che non possa essere guarito, purché venga compreso nel profondo.

Vi lascio con questo bel video tratto da http://www.oasidelsentire.altervista.org/home.htm 

 

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=PBwUH3YsAxA&w=560&h=315]

fonte di riferimento: https://www.macrolibrarsi.it/speciali/primo-chakra-il-chakra-della-radice.php

0Shares

One thought on “IL PRIMO CHAKRA: carta di identità di Muladhara”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *