Seguici su:

curiosità

Passione per gli origami? Viviana e Ylenia si raccontano

Pubblicato

il

IMG_20181215_140138_480

Ciao a tutti cari lettori,

Oggi voglio parlarvi di Viviana e Ylenia, due ragazze speciali che hanno una grande passione per gli origami al punto da aprire un negozio di creazioni realizzate da loro, a Bari!

Volete saperne di più? Continuate a leggere…

Partiamo dall’inizio…Quanti di voi conoscono cosa è un origami?

Con il termine origami si intende l’arte di piegare la carta (折り紙 ori-gami, termine derivato dal giapponeseoru piegare e kamicarta) e, sostantivato, l’oggetto che ne deriva. Esistono tradizioni della piegatura della carta anche in Cina(Zhe Zhi” 折纸), tra gli Arabi ed in occidente.

La tecnica moderna dell’origami usa pochi tipi di piegature combinate in un’infinita varietà di modi per creare modelli anche estremamente complessi. In genere, questi modelli cominciano da un foglio quadrato, le cui facce possono essere di colore differente e continua senza fare tagli alla carta, ma l’origami tradizionale era molto meno rigido e faceva frequente uso di tagli, oltre a partire da basi non necessariamente quadrate. Alla base dei principi che regolano l’origami, vi sono senz’altro i principi shintoisti del ciclo vitale e dell’accettazione della morte come parte di un tutto: la forma di carta, nella sua complessità e fragilità, è simbolo del tempio shintoista che viene ricostruito sempre uguale ogni vent’anni, e la sua bellezza non risiede nel foglio di carta. Alla morte del supporto, la forma viene ricreata e così rinasce, in un eterno ciclo vitale che il rispetto delle tradizioni mantiene vivo.

dav

COME NASCE ORI-GAMI?

A TU PER TU CON VIVIANA E ILENIA 😉

V&I: 

Il progetto ORI di GAMI nasce nell’inverno 2016, volevamo ritagliarci momenti di svago e creatività rispetto alta routine frenetica e talvolta alienante dello svolgere la professione forense e al contempo studiare e formarci come Magistrati!

VIVIANA:

La prima persona che sento di ringraziare è mia madre, lei è stata la prima a mostrarmi un dono speciale, un origami 3d!

In quel momento è scattata “la scintilla” per dar vita alla prima coccinella composta dalla tecnica origami, che vede l’incastro di piccoli o grandi moduli capaci di assecondare perfettamente una trama decisa da chi la compone e dar vita alle creature più sorprendenti e fantasiose.

CI SONO STATE DELLE INCERTEZZE ALL’INIZIO, PRIMA DI PARTIRE CON IL PROGETTO?

VIVIANA:

SI, CERTAMENTE! La carta, nell’immaginario collettivo è fragile, facilmente reperibile, un materiale che oggi potremmo definire povero, ma…Plasmato da mani amiche può trasformarsi in creature uniche nel loro genere!

Le incertezze sono normali all’inizio, ma la carica e l’entusiasmo che Ylenia mi ha trasmesso e la gioia che provavo in quel momento mi hanno aiutato molto.

YLENIA:

Io sono rimasta letteralmente affascinata e senza pensarci troppo, senza troppa esitazione ho voluto assecondare questa nuova avventura. Abbiamo trascorso giorni e notti entusiasmandoci e cimentandoci nel progettare pezzi unici nel loro essere.

Quando si muovono diversi esperimenti, si inventano utilizzi … Qualsiasi foglio ormai diventa animato. Il bello in tutto questo è che con riesco più a guardare pagine e semplicemente scriverci su, i fogli per noi oramai hanno preso vita e non c’è occasione in cui una nuova creatura possa prender vita nel nostro laboratorio!

COSA SUGGERITE DI FARE A CHI INIZIA UNA NUOVA ATTIVITA’ ARTIGIANALE COME LA VOSTRA?

V&I:

NON MOLLATE MAI! E’proprio GRAZIE a tentativi, studi, volontà ma soprattutto tanta ricerca e fantasia, che si possono imparare tecniche, e realizzare il proprio progetto, come nel nostro caso! Per noi, ora, riciclare la carta significa donare nuova vita a fogli ormai impolverati, pronti per essere macerati e gettati. Una vera rivoluzione 😉

QUALE E’ LA VOSTRA SPECIALITA’?

V&I

Il desiderio di sfidarci e creare accessori in carta, proponendo alla gente di indossarli, ci ha portato a realizzare borse in carta, composte da tessere, tutte intrecciate, rifinite e infine cucite a mano! Ogni borsa ha un messaggio, immaginando la tipologia di donna che la indossa regalandole un tocco di singolarità ed estro.

QUALE E’ IL VOSTRO DESIDERIO PIU’ GRANDE?

V&I

Creare un ciclo, il quale, come In natura, non vede mal la fine: tutto si trasforma nulla si distrugge. Lavorando anche su richiesta, abbiamo da poco mosso l’Iniziativa della realizzazione di borse lasciando la completa scelta al cliente, il quale è libero di fornire lui stesso tutto il materiale necessario per realizzare la sua creazione personalizzata.

IL VOSTRO MOTTO?

V&I

“Se hai cuore, non puoi perdere nulla, dovunque tu vada. Puoi solo trovare” CREARE valore senza dare nulla troppo per scontato.La carta essa diviene, grazie alla sua lavorazione e trasformazione, un’opera d’arte di grande valore.

 

CONTATTI

https://www.facebook.com/eavycreationvivianaeylenia/ 

 

https://www.instagram.com/origami_oridigami/

continua
Annuncio
commenta

Scrivi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

curiosità

L’affinità si trasforma: dal libro al reality. Affinity in arrivo

Pubblicato

il

affinità, goethe, affinità elettive

 

Libri e quotidianità: Molti tra voi lettori conoscono senza dubbio il libro di W.Goethe ” Le affinità elettive ”  e sicuramente sanno che ciascun libro di  Goethe affronta con profondità diversi temi.

Se cerchiamo sulla rete la parola affinità abbinata alla parola libro, avremo accanto al nome di Goethe con “Le affinità elettive”, Sara Waters con “Affinità”   e non molti altri, tranne se abbiniamo alla parola affinità qualcos’altro …

Generalmente la parola affinità lascia intendere un coinvolgimento  emotivo o una condivisone di interessi , o almeno questo  è ciò che il dizionario  riporta :

Attrazione, simpatia: aelettiva, simpatia reciproca fra due o più persone che hanno comunanza di idee e di gusti. L’espressione fa più o meno diretto riferimento al titolo di un’opera di J. W. Goethe (Le affinità elettive, ted. Die Wahlverwandtschaften, 1809), in cui viene descritto il verificarsi, nel campo dei sentimenti umani, di un fenomeno analogo a quello che si ha in chimica tra due elementi associati i quali, per l’azione simultanea di due altri elementi, si scindono associandosi con questi e formando, per legge di reciproca attrazione, due nuove coppie.

 

Bene, tornando alla quotidianità, perchè ve ne sto parlando ?

 

Di certo l’affinità si sposa bene con il termine “passione”

per comunanza di argomenti e tematiche ( vi trovate su un sito che si chiama passionivere) .

Tuttavia, ciò che mi ha spinto a dedicarvi questo articolo deriva dalla notizia alquanto curiosa in merito a…?

Alla nascita di un nuovo reality che si terrà in tv prossimamente dal nome “Affinity”.

 Sono rimasta sorpresa sopratutto dal nome “Affinity” che dice tutto e dice niente…

Incuriosisce appunto!


Dal libro al reality, dalla teoria alla pratica, dalle storie e dai romanzi di grandi autori e dalle teorie di grandi psicologi sull’amore e sulla coppia ai “reality”…

Meglio un libro o un reality?

Pensateci un attimo, aldilà delle numerose trasmissioni destinate all’amore e al trovare l’anima gemella, quante davvero hanno saputo emozionare, incantare e creare l’effetto “wow” allo stesso livello di un buon libro di spessore ?

 



 

La mia è una personalissima osservazione in merito alla direzione verso la quale la nostra vita sta procedendo, meglio “le affinità elettive” come quelle descritte in un libro, affinità intesa come “la dimensione dell’uomo di un tempo”, non propriamente “nerd”  o i “reality” ?

 



 

Meglio un’ affinità scaturita grazie ai mezzi mediatici h24 o dalla condivsione di interessi in una dimensione che ha poco  a che fare col virtuale? A voi tutti l’ardua risposta, per il momento sappiate che il prossimo autunno sarà trasmesso un nuovo reality chiamato “Affinity”!

 



Per saperne di più su “Affinity” vi invito ad approfondire l’argomento:

affinity-il-nuovo-reality-

continua

cinema&film

Cobra: l’ultimo lungometraggio del produttore Daniele Muscariello

Pubblicato

il

 

Cobra: Il lungometraggio è un omaggio al cinema di genere anni ’70, con un occhio a Tarantino e un altro a Jeeg Robot. Infatti si presenta come una crime comedy con qualche sfumatura di pulp, e tra gli attori  protagonisti ritroviamo Denise Capezza, Roberto Zibetti, Yoon C. Joyce, Gianluca Di Gennaro, Scott Harrison.   Ci sono inoltre gli spassosi e autoironici contributi di Elisa, Max Pezzali, Clementino e Tonino Carotone, coinvolti in efficaci cameo.



Il produttore della pellicola Daniele Muscariello riguardo a questo primo feed-back positivo ricevuto dal pubblico di Amazon Prime Video ha dichiarato di essere molto soddisfatto del risultato ottenuto dalle views. Il quarantenne romano proprietario ( se vuoi qui citiamo anche le case di produzione cinematografica, anche se hai prodotto il film singolarmente ) sostiene che il successo di un ‘opera cinematografica sia legata essenzialmente al produttore che ne diventa il più grande responsabile, assieme al regista.

&

;

E poi continua ancora Muscariello: “il produttore purtroppo rimane una figura molto fraintesa nel mondo del cinema attualmente, ma la mia intenzione è quella di produrre film d’ autore che possano diventare pietre miliari universali e senza tempo che rimarranno per sempre nella storia.”

continua

cinema&film

TUTTO SUCCEDE PER CASO!;) Chiediamolo a Gianfranco Musco

Pubblicato

il

gianfranco musco

Cari amici di Passioni Virtuali&reali,

Oggi voglio parlarvi di Gianfranco Musco, una scoperta del web, è evidente come il suo lavoro sia contrassegnato da una grande passione…

Voi ne avete mai sentito parlare?

Conosciamolo meglio 😉

 

  • Chi è Gianfranco Musco e come nasce questa passione per il suo lavoro ?

Mi chiamo Gianfranco Musco in arte THE DOCTOR MUSIC ENTERTAINMENT.

La mia passione nasce nel lontano 1999 quando, per caso, una sera per la prima volta, presi in mano il microfono animando un compleanno, fu un successone…Il mio amico, DOMIZIANO LASIGNA, attuale sindaco di Palagiano rimase soddisfatto, fu davvero una bellissima serata! Chi l’avrebbe detto…Fu un successone! Sembrava che avessi una certa dimestichezza, ero sciolto , disinibito, così decisi di approfondire il discorso…

 

Racconta, racconta… Cosa è successo dopo?

Decisi di coltivare nel mio piccolo questa passione…

Sentivo che lavorare in questo settore mi rendeva felice…

Così nel 2002 entrai come voice in una delle discoteche top della movida della provincia barese il VOGUE club a Gioia del Colle, come volevasi dimostrare, anche qui fu un successo!;).

(Ne approfitto per ringraziare il proprietario del VOGUE club, Franco Basile.)

La mia passione stava crescendo, mi resi conto che dovevo andare avanti…

Dopo il VOGUE, IL NAFOURA, arrivarono

  •  DIVINAE FOLLIE,
  • CIAK LECCE.
  • CROMIE CAST MARINA.
  • VIRGIN BARI.
  • HEINEKEN DISCO GIOIA DEL COLLE.

DOPO TANTA MA TANTA GAVETTA ….

Ho deciso di inserirmi nel mondo DELL’ ANIMAZIONE E DI PORTARE LA MIA ARTE NEI COMPLEANNI…MATRIMONI…VILLAGGI…LIDI…

DOVE lavoro ATTUALMENTE CON AMORE.

 

 

Quindi hai preferito dedicarti ad altro, attualmente ti occupi solo di animazione?

Bella domanda!

In realtà no! Provo una grande passione anche per il cinema e il teatro, infatti ho girato una fiction “LE AVVENTURE DI IMMA” SU RAIUNO, uscirà nell’ AUTUNNO 2019.

 

Novità, progetti futuri?

IL 27 GENNAIO SARÒ OSPITE A ROMA, NEL SETTORE DELL’ ALTA MODA! HO CREATO UN PROGRAMMA WEB TV, SI CHIAMA TUTTO NASCE PER CASO IL SALOTTINO DEL GIOVEDI’, SIAMO IO E IL MIO  SOCIO CLAUDIO PUGLIESE.

 

 Vuoi dire qualcosa ai nostri lettori?

LA MIA PASSIONE È DIVENTATA UN VERO LAVORO CHE CREDO SIA IL PIÙ BEL REGALO CHE DIO POTESSE FARMI. CREDETE NEI VOSTRI SOGNI E NON MOLLATE MAI!

 

Contatti

https://www.facebook.com/gianfranco.musco.9

 

 

 

continua

Trends