Seguici su:

amore

La storia che non ti ho raccontato!Il primo romanzo di Natale Cassano

Pubblicato

il

Cari amici, tutti abbiamo una storia che non abbiamo  mai raccontato, ma Natale Cassano, giornalista e scrittore, è riuscito a raccontarcela! 😉

 

La storia di Natale è una storia semplice, di un ragazzo come tanti, oggi, in cerca di lavoro. Il protagonista vuole realizzare un sogno, e trovare la sua dimensione in una sempre più caotica società.

È un romanzo che rispecchia appieno il senso di frustrazione e di inadeguatezza dell’uomo moderno e in cui emergono prepotentemente alcune delle più tipiche problematiche attuali quali le difficoltà per i giovani di affermarsi, l’insicurezza di un futuro incerto, la necessità di reinventarsi che spinge a viaggiare, a non fermarsi, a non arrendersi mai…

Un libro attuale, che parla di amore, lavoro, sacrificio e tanta voglia di vivere!

Ecco qui uno stralcio del libro tratto dal capitolo 4 “Fortuna che non era niente”:

Inizialmente, non mi era neanche accorto che mi stavo innamorando. Un po’ come capita in tutte le storie d’amore che si vivono ogni
giorno. Ero lì a parlare con una persona che mi aveva colpito, scherzavamo e ridevamo. Poi, di punto in bianco, scatta qualcosa. Non si sa
bene come succeda, e se si tenta di delineare in una mappa temporale
il momento esatto in cui le cose siano cambiate, non ci si riesce. Non
è facile individuare l’istante in cui tutto ha iniziato a girare in funzione dell’altro, non lo si può ricordare. Non può esistere una time-line
dell’amore, perché non esiste un tempo dell’amore. È lì, sospeso, capace di accorciare le ore trascorse insieme e allungare i minuti passati
ad aspettarsi, senza che effettivamente il mondo se ne accorga. È la
mia “prospettiva dell’amore”, perché tutto ruota intorno a quella parola: se si cambia prospettiva tutto può apparire diverso, distorto, confuso rispetto alle certezze che dà il normale punto di vista quotidiano.
«Quando è cambiato tutto?» Ci si chiede. Poi ci si accorge che non è
la realtà ad essere cambiata, è il singolo individuo a essersi spostato d
e ad aver cambiato il modo in cui la guardava. Così ci si ritrova come
un masso di fronte ad una pendenza, che viene toccato e si sposta di
una distanza infinitesimale, impercettibile, ma sufficiente ad iniziare a
prendere velocità e a non fermarsi più.
Così era successo con lei. Erano molte le ragazze che frequentavano il corso e Londra non era famosa per la castità delle sue donne.
Multiculturalismo significa apertura mentale che spesso diventa sinonimo di “uso liberamente il mio corpo con chi mi aggrada”

 

Ho selezionato questo stralcio in quanto  ricco di domande, spunti, riflessioni che abitualmente ci poniamo un pò tutti quando ci innamoriamo ma senza sapere che sta accadendo…

“QUANDO E’ CAMBIATO TUTTO?”

Qui un omaggio, uno stralcio estratto dal capitolo 3″Avventura inglese”

 

CHI E’ NATALE ?

Natale Cassano è un giornalista professionista nato a Bari nel 1989. Attualmente è redattore di una testata giornalistica barese, Borderline24. Recentemente ha collaborato con le reti Mediaset di Milano per alcune produzioni televisive legate ai telegiornali. Sin da piccolo ha avuto la passione per la lettura e la scrittura, e sin da allora ha cercato di farne la sua professione, formandosi come giornalista con il sogno segreto di scrivere un giorno un libro. In passato ha avuto esperienze formative in Rai, Mediaset nonché in diverse altre testate online e radiofoniche, viaggiando in tutta Europa per confrontarsi con culture diverse. Se, infatti, c’è una cosa che fa sempre senza rimpianti sono i viaggi, perché ama entrare in contatto con nuove culture e contesti.

Da anni gestisce un piccolo blog, Impressioni quotidiane, in cui racconta differenti ambienti culturali attraverso piccoli dettagli, raccontando storie quotidiane in modi alternativi.

La storia che non ti ho raccontato è il suo primo romanzo.

Bene, che dire…”Questa è la storia che non vi avevo raccontato!” Vi è piaciuta?

La parola ora passa a voi!

 

continua
Annuncio
1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: Passioni Virtuali & Reali

Scrivi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

amore

Raffaele Beneduce e la sua “CANZONE D’AMORE “

Pubblicato

il

 

Cari amici, oggi voglio presentarvi Raffaele Beneduce, con la sua “CANZONE D’AMORE “

Il brano affronta il tema della distanza e della lontananza dove l’amore, protagonista ferito di un viaggio umano alla ricerca dell’anima perduta, non si arrende.
L’innamorato non teme:

  • intemperie,

  • difficoltà,

  • ostacoli di alcun genere



Sonorità pop melodiche, tipiche della canzone italiana con contaminazioni di contemporay sound e, a tratti, in odore di Francia tra lirica e musica leggera.

 

Conosciamolo meglio…Chi è Raffaele Beneduce?

 

 

 

 

  • “TU” in tre pregi e tre difetti, hobbys e di cosa ti occupi.

I miei tre pregi sono umiltà, paziente e determinato. I miei tre difetti impaziente, sensibile e maniaco del controllo. Sono un tenore lirico, sono nel settore musicale dall’ eta di 15 anni. Da li è iniziata la mia carriera artistica.

 

 



 

  •  Ti sei adattato al contesto in cui vivi?

 

Il rapporto con il mio lavoro è come tra padre e figlio, mi piace moltissimo, sin da piccolo ho sempre sognato di cantare, e ci sono riuscito.

 

 

  • Quali ostacoli, se ci sono stati, hai sperimentato durante il percorso e come li hai superati? Cosa diresti a chi comincia un percorso come il tuo. Quanto è stata importante per te la passione che hai messo in quello che stavi realizzando.

 

Come in ogni lavoro che si rispetti ci sono sempre ostacoli, li ho superati andando sempre avanti credendo nelle mie possibilità  e nel calore di chi mi ama davvero. Ad un artista che inizia il mio percorso dico di non abbattersi mai prima o poi arriva la luce. La passione e l’ amore è tutto in questo lavoro, senza non riesci ad esprimere e a trasmettere alla gente.               

 



 

  • Il tuo rapporto con la vita, il tuo motto, le tue credenze.

Il dono della vita è la cosa piu’ bella che ci possa essere.

Il mio motto è  La vita è meravigliosa se non se ne ha paura. Tutto quello che vi vuole è coraggio, immaginazione e un po’ di soldi.

Credo molto in Dio , ma guai a rifugiarsi sono nei momenti bui.

 

 

 

 

  • Il tuo idolo, c’è qualcuno a cui ti ispiri per realizzare la tua vita?

 Il mio idolo è Andrea Bocelli,  non dimenticherò mai la sua prima esibizione al Festival di Sanremo, spacco tutto quella sera….un grande sotto tutti i punti di vista.

 

 

 

  • Il libro, l’opera d’arte, o  la trasmissione televisiva/ radiofonica  (ecc…) più famosa che avresti voluto realizzare tu.

 

Avrei voluto scrivere il libro Ricominciare da sè….

Non amo i libri che sprecano pagine e pagine per parlare di filosofie vuote e ammetto che la prima volta che ho preso in mano questo testo di Osho pensavo si trattasse di uno di questi libri.

 

Già alle prime pagine mi sono ricreduto e ho divorato ogni singola parola contenuta nel testo.

 Quest’opera di Osho è da molti considerata la migliore, me compreso.

Il testo è ricco di storie e di parabole che aprono la mente e che ci spingono verso nuove forme di ragionamento che innescheranno profonde trasformazioni dentro noi stessi.

 

 

 

  • La tua citazione famosa preferita

 

Vivere è la cosa più rara al mondo. La maggior parte delle persone esiste, questo è tutto. (Oscar Wilde)

 

 

  • Il tuo ultimo “successo”lavorativo, affettivo, quanto è il frutto della tua spontaneità ed esperienza e quanto invece è il risultato  di fattori esterni

 

CANZONE D’AMORE: Il singolo Canzone d’amore è un brano che mi ha colpito nel profondo dell’anima, musicalmente , e ciò che mi ha identificato perche ha tutti i canoni del pop lirico moderno. Brano che parla di un amore lontano oramai perso ma che l’ uomo è pronto ad affrontare qualsiasi cosa pur di averlo al suo fianco. Oltre ad essere un brano che rappresenta il canto del pop italiano ha anche sonorità francesi e moderne.

Lo potete ascoltare su tutti i digital store.

 

 

  • Prossimi eventi

 

Per il momento potete seguirmi solo sui social essendo stati colpiti da questa brutta pandemia, al piu presto speriamo di uscirne vincitori.

 

 

  • Contatti

 

facebook  raffaele beneduce

instagram  raffaelebeneduceofficial

yotube  raffaele beneduce

 



Qualche nota sulla sua vita…

  • Nato a Pomigliano d’ Arco nel 1982,intraprende gli studi di canto con il Maestro Marcello Ferraresi (figlio del celebre violinista Aldo Ferraresi), negli anni seguenti viene segnalato dalla critica a vari concorsi musicali nazionali, arricchendo la sua esperienza musicale con elementi tipici della canzone tradizionale napoletana. 

E’ il 2007 l’anno che segna la svolta: incide il suo primo lavoro discografico “LE NOTE DELL’ ANIMA”

  • Nel 2011 si laurea in Canto lirico al Conservatorio di Vibo Valentia e nel 2013 in Scienze musica e tecnologie del suono. 

  • Insegnante di canto lirico e moderno, ha realizzato progetti musicali fondendo la canzone classica napoletana e l’opera.

  • Artista dell’ etichetta discografica indipendente EVERGREEN inserito nella raccolta “Musica senza tempo Volume1” con il singolo “CANZONE D’AMORE” scritto da Michele Buonocore distribuito da Artist First su tutte le piattaforme digitali

Premi:

  • Nel 1999  premio della critica a Montefusco (AV) per lo spettacolo “Musica&….Amore” e l’anno successivo stesso premio a Torre delle Nocelle (AV) per “Musica & Moda”.

  • 2004 finalista all’Hit Festival di Saint Vincent.

  • 2007 Vince Pomigliano Musica festival con la cover UN AMORE COSI GRANDE

  •  2008 Arriva 2° posto e premio della critica con il brano inedito MAI DIRE MAI al Pomigliano Musica Festival

continua

amore

Pattinaggio artistico a rotelle: Danilo Gelao si racconta su passioni vere.it “E’ una passione che porto dentro da sempre.La sensazione di raggiungere un obiettivo che ti eri prefissato tanti anni prima è bellissima.”

Pubblicato

il

 

Passioni vere.it nasce con il fine di promuovere il lavoro di chi ha raggiunto le sue soddisfazioni, piccole o grandi che siano mettendoci determinazione, impegno e soprattutto passione. Per questo oggi abbiamo voluto raccontarvi la storia di Danilo attraverso questa intervista. Buona lettura! 😉

 

 

 

 

 

“TU” in tre pregi e tre difetti, hobbys e di cosa ti occupi.

 Mi chiamo Danilo Gelao,pratico pattinaggio artistico a rotelle da quando avevo un anno, è una passione che porto dentro da sempre, me l’hanno trasmessa i miei genitori. Mia madre è la mia allenatrice e mio padre è il presidente della nostra società (A.S.D. Cassandra).  Sono una persona molto determinata,ho i miei obiettivi e lavoro ogni giorno per cercare di raggiungerli. Questa determinazione mi ha portato a vestire la maglia della nazionale italiana di pattinaggio dall’ età di 14 anni.

 

 

Il tuo rapporto con il tuo lavoro, ti piace quello che fai? Per te è una passione vera o ti sei adattato al contesto in cui vivi?

 

Il pattinaggio col passare degli anni sta diventando anche il mio lavoro. Da 5 anni ho iniziato ad intraprendere la strada da allenatore oltre che quella di atleta. Amo quello che faccio,ci metto ogni giorno il meglio di me stesso,anima e cuore. Si,anima e cuore perché il pattinaggio non è uno sport ricco come il calcio,il pattinaggio se dobbiamo paragonarlo al calcio è uno sport ‘povero’ . Sono del parere che senza passione non si può praticare questo sport. Sono felice perché la passione che ho la sto trasmettendo anche alle mie atlete,è una cosa molto importante per me. Il pattinaggio è arte,è magia.. Ogni volta che entro in pista non lo faccio solo per me,lo faccio per la mia famiglia,lo faccio per la gente che di continuo mi supporta e lo faccio soprattutto per cercare di emozionare tutti,perché secondo me quest’ultima è una cosa fondamentale nel nostro sport.

 

 

Quali ostacoli, se ci sono stati, hai sperimentato durante il percorso e come li hai superati? Cosa diresti a chi comincia un percorso come il tuo. Quanto è stata importante per te la passione che hai messo in quello che stavi realizzando.

 

Quando ero piccolo ero considerato un ‘talentino’. Nel 2008,che era il mio primo anno in categoria federale,ho vinto tutte le gare che ho affrontato,campionati provinciali,regionali ed italiani. Purtroppo però ho dovuto affrontare tanti infortuni. All’età di 12 anni ho riscontrato dei problemi gravi alle ginocchia,il famoso morbo di Schlatter. Ho dovuto sospendere la mia attività per 1 anno e mezzo. Purtroppo stando fermo ho iniziato anche ad aumentare il mio peso corporeo,cosa che nel pattinaggio è molto importante. Mia madre però,mi ha dato la forza di continuare e di superare questo brutto periodo,infatti all’età di 14 anni (2014) sono ritornato a gareggiare,conquistando la mia prima convocazione ad una gara internazionale e la maglia azzurra. Nel 2015 ho subito un altro infortunio al polso..3 giorni prima del campionato italiano. La mia forza di volontà però è stata più forte della frattura e così ho deciso di gareggiare lo stesso,riuscendo a conquistare il 4 posto e successivamente la convocazione alla Coppa Europa a Dijon,Francia. Ho affrontato anche questa gara con la frattura,classificandomi al secondo posto. Successivamente nel 2016 ho partecipato al raduno della nazionale italiana,dopodiché mi sono dovuto fermare nuovamente per curare questa benedetta frattura. Quest’altro infortunio mi ha dato ancora più forza di continuare,conquistando nel 2017 la convocazione alla Coppa Europa a Tomar,Portogallo.

Nel 2018 ho realizzato il mio primo sogno,quello di poter partecipare al Campionato Europeo dopo un eccellente 4 posto conquistato ai campionati italiani. Il campionato europeo si è svolto nelle Isole Azzorre,Portogallo. Mi sono classificato al 7 posto.

 

La sensazione di raggiungere un obiettivo che ti eri prefissato tanti anni prima è bellissima.

Nel 2019 ho debuttato nella categoria seniores(categoria massima),potendo gareggiare contro pluricampioni del mondo come Luca Lucaroni etc. e pluricampioni europei. Ho conquistato lo scorso anno la qualificazione alla Coppa Italia che si è svolta a Calderara di Reno,Bologna,dove mi sono classificato al primo posto.

È una grande soddisfazione per me vedere dove sono arrivato dopo tutto quello che ho passato. Un consiglio che posso dare a tutti quanti,pattinatori e non,è quello di non arrendersi mai,perché se in una cosa ci credi,niente e nessuno potrà fermarti!

 

 Il tuo rapporto con la vita, il tuo motto, le tue credenze.

 Il mio motto è cadi 100 volte,rialzati 101. Tutto è possibile nella vita,basta crederci!

 

 Il tuo idolo, c’è qualcuno a cui ti ispiri per realizzare la tua vita?

 Il mio idolo nel pattinaggio artistico a rotelle è il grande Luca D’Alisera. Da quando ero piccolo guardavo le sue gare cercando di imitarlo. È stato uno degli atleti più forti di tutti i tempi,mi ispiro sicuramente a lui!

 

 Il libro, l’opera d’arte, o  la trasmissione televisiva/ radiofonica  (ecc…) più famosa che avresti voluto realizzare tu

 

Il mio desiderio è quello di poter realizzare un programma televisivo di pattinaggio artistico a rotelle, sarebbe una cosa molto bella e divertente,oltre che spettacolare!

 

Il tuo ultimo “successo”lavorativo, affettivo, quanto è il frutto della tua spontaneità ed esperienza e quanto invece è il risultato  di fattori esterni

 Il mio ultimo successo da atleta è stato quello di poter partecipare all’International Roller Cup tra i 24 atleti migliori al mondo. Questa competizione si è svolta nella mia città,Bari,il 20 Ottobre 2019. È stato un evento spettacolare,ho gareggiato in un Palaflorio gremito (circa 2000 persone)  Al termine della mia gara,dopo una splendida performance,mi sono venuti i brividi,ed è questo il motivo per la quale questa gara mi rimarrà per sempre nel cuore.

https://www.youtube.com/watch?v=e78GH4BJ6jw

 

Prossimi eventi

 Di regola i prossimi eventi erano vicini,campionati regionali e poi Italian Roller Games a inizio Luglio. Purtroppo questo Virus ha interrotto un po’ tutto,speriamo di poter tornare al più presto a praticare quello che noi pattinatori amiamo fare. Ritorneremo più forti di prima!

 

 
Gearbest Xiaomi Mi Band 4 Smart Bracelet International
Xiaomi Mi Band 4 Smart Bracelet International only $26.99

 

Contatti

https://www.instagram.com/a.s.d.cassandrabari/

https://www.instagram.com/danilo_gelao/

https://www.facebook.com/dany.gelao

 

 

 Marina Cassandra Ugenti 3339255737

Danilo Gelao 3348152447 

 

 

 

 



continua

amore

Marta Maddy si racconta su passionivere.it

Pubblicato

il

 

 

Passioni vere.it nasce con il fine di promuovere il lavoro di chi ha raggiunto le sue soddisfazioni, piccole o grandi che siano mettendoci determinazione, impegno e soprattutto passione. 

 

 

 

  • “TU” in tre pregi e tre difetti, hobbys e di cosa ti occupi.

            Buona, altruista e determinata.

            Impulsiva, testarda ed eterna indecisa.

            Mi piace ascoltare la musica, divoro serie tv, film e libri.

 

 

 

  • Il tuo rapporto con il tuo lavoro, ti piace quello che fai? Per te è una passione vera o ti sei adattato al contesto in cui vivi?

          Amo scrivere. Lo faccio per passione, ma attualmente, anche come professione.

 

 

 

  • Quali ostacoli, se ci sono stati, hai sperimentato durante il percorso e come li hai superati? Cosa diresti a chi comincia un percorso come il tuo. Quanto è stata importante per te la passione che hai messo in quello che stavi realizzando.

Fortunatamente non ho incontrato ostacoli. All’inizio scrivevo per distrarmi, per divertimento. Poi un giorno, sono stata contattata da una CE per una storia che avevo pubblicato su Wattpad. Una CE seria, con personale gentile e sempre disponibile.

C’è profondo rispetto e massima fiducia tra di noi. Da quel momento ha avuto inizio la mia avventura. Mettersi in gioco non è facile. Bisogna credere in se stessi, nelle proprie capacità. Incontreremo sempre qualcuno che non è d’accordo con noi. Persone che giudicheranno il nostro operato. Voi, però, non vi arrendete. Anche se non è facile, fate tesoro di quei giudizi. Possono aiutarvi a migliorare.

La passione per la scrittura è molto importante per quello che faccio. Se non avessi avuto la passione per i libri, sono sicura che non avrei mai iniziato a scrivere.

 

 

 

  • Il tuo rapporto con la vita, il tuo motto, le tue credenze.

Amo la vita. Nonostante i tanti problemi, cerco sempre di vedere il lato positivo delle cose. Cerco di non lasciarmi abbattere, di essere sempre forte. Il mio motto è: le cose belle arrivano quando meno te lo aspetti. Bisogna essere pazienti.

 

  • Il tuo idolo, c’è qualcuno a cui ti ispiri per realizzare la tua vita?

I miei genitori. Per me sono il simbolo dell’amore, della forza e del sacrificio.

 

 

 

 

 

  • Il libro, l’opera d’arte, o  la trasmissione televisiva/ radiofonica  (ecc…) più famosa che avresti voluto realizzare tu

Libro, ovviamente. Avrei voluto realizzare la serie di Harry Potter di J.K. Rowling, e solo perché mi sarebbe piaciuto lavorare alle riprese del film.

 

 

 

  • La tua citazione famosa preferita

          Quanta forza può avere, in realtà, un cuore che si è smarrito?

Haruki Murakami

 

 

 

  • Il tuo ultimo “successo”lavorativo, affettivo, quanto è il frutto della tua spontaneità ed esperienza e quanto invece è il risultato  di fattori esterni

L’idea per il mio ultimo libro, Aleksandr, è nata mentre guardavo la serie Gomorra.

La mia storia è molto diversa, ma alla base, c’è comunque il tema mafia.

 

 

 

 

  • Prossimi eventi

Attualmente sto lavorando a una serie, un mafia romance. Aleksandr è il primo volume ed è già stato pubblicato.

 

 

 

  • Contatti

Facebook: Marta Maddy

Instagram: martamaddy_author

 

continua

Trends