gianfranco muscoCari lettori di Passioni Virtuali&Reali,

Oggi voglio complimentarmi con  Gianfranco Musco, comparsa nel film “Le avventure di Imma” su Rai Uno questo settembre 2019 e  come ama presentarsi lui DJ..PRESENTATORE DI EVENTI..ANIMATORE.

Gianfranco, da sempre posta video interessanti, intrattiene il suo pubblico di follower su Facebook con le sue battute, ma con garbo, con gusto, le tematiche di cui parla sono sempre attuali e spesso diventano virali proprio in virtù della loro semplicità.

La sua vocazione? La musica, lo spettacolo, l’intrattenimento…Quello che colpisce dei suoi video è che ti porta a chiederti se quello che sta dicendo è frutto del marketing o se esistono ancora oggi persone cosi “genuine” “vere” “sincere”. Le sue, sono tematiche “virali”.

Nella società del web 4.0 si sà è spesso tutto finto, la spettacolarizzazione delle tragedie è all’ordine del giorno e nessuno prende veramente sul serio quello che accade di negativo persino quando “la tragedia” è avvenuta. Tuttavia non c’è bisogno di parlare di tragedie per accorgersi che la società è sempre più scarna di valori…

Non ci sono più punti di riferimento reali, direi “esecutivi”, non ci sono più persone che parlano di soluzioni applicate ai problemi in tempi utili, non si sensibilizza più la gente a essere educata, seria, informata, “acculturata” se non con qualche spot in televisione, o campagne di sensibilizzazione lasciate alla mercè di associazioni… Iniziative sporadiche, che lasciano il tempo che trovano, pubblicità trasmesse orari pasti quando la tua attenzione è rivolta ad un primo o ad un secondo piatto mangiato al volo…O mentre le notizie del tg scorrono velocemente…

Non abbiamo mai tempo per dedicarci a temi sociali, ambientali, il modo di vivere l’amore è cambiato, i rapporti con gli amici, i parenti, il partner…

Si tende a vivere guardando il mondo in modo disincantato, disilluso, come se tutto non fosse altro che un prodotto da vendere… I valori, i sentimenti, le persone,  se ci si ferma un attimo,  a volte ci si può sentire impotenti difronte ad “un sistema di vivere” “uno schema” che è più grande di noi…

Cosa possiamo fare nel nostro piccolo per cambiare le cose?

Se la risposta immediata di ognuno di noi potrebbe essere: “NULLA!”, cerchiamo di capire il punto di vista di Z.Bauman

Rifacendomi ad una intervista del grande sociologo, filosofo e accademico polacco Z.Bauman, famoso per aver scritto diversi libri tra cui “L’amore liquido” vi invito a riflettere su queste parole:

Dunque siamo condannati a vivere relazioni brevi o all’infedeltà…
“Nessuno è “condannato”. Di fronte a diverse possibilità sta a noi scegliere. Alcune scelte sono più facili e altre più rischiose. Quelle apparentemente meno impegnative sono più semplici rispetto a quelle che richiedono sforzo e sacrificio”.

Abbiamo finito per trasformare i sentimenti in merci. Come possiamo ridare all’altro la sua unicità?
“Il mercato ha fiutato nel nostro bisogno disperato di amore l’opportunità di enormi profitti. E ci alletta con la promessa di poter avere tutto senza fatica: soddisfazione senza lavoro, guadagno senza sacrificio, risultati senza sforzo, conoscenza senza un processo di apprendimento. L’amore richiede tempo ed energia. Ma oggi ascoltare chi amiamo, dedicare il nostro tempo ad aiutare l’altro nei momenti difficili, andare incontro ai suoi bisogni e desideri più che ai nostri, è diventato superfluo: comprare regali in un negozio è più che sufficiente a ricompensare la nostra mancanza di compassione, amicizia e attenzione. Ma possiamo comprare tutto, non l’amore. Non troveremo l’amore in un negozio. L’amore è una fabbrica che lavora senza sosta, ventiquattro ore al giorno e sette giorni alla settimana”.

(per approfondire: https://www.repubblica.it/speciali/repubblica-delle-idee/edizione2012/2012/11/20/news/bauman_le_emozioni_passano_i_sentimenti_vanno_coltivati-47036367/?refresh_ce)

Detto questo,  ciò che Gianfranco ha realizzato con il suo video dedicato “alla mamma” , girato dopo essersi lasciato ispirare da una canzone genuina, “vecchio stampo”  di Toto Cutugno “Le mamme” è sicuramente la dimostrazione che  esistono ancora persone che credono nei valori…La manifestazione e la voglia di condividere un messaggio vero.

Gianfranco ha raggiunto molte visualizzazioni in breve tempo, parliamo di 30mila condivisioni e un milione di visualizzazioni in 9 giorni senza l’aiuto di inserzioni a pagamento di Facebook.

Gianfranco è tra quelle persone che nella sua semplicità vuole ricordarci della nostra umanità, di avere sempre un pò di riconoscenza e di rispetto verso “l’altro”.

“La mamma”… Come puoi dire o etichettarla come “l’altro” se prima che tu nascessi ti ha dato la vita?

Signori e signore, lettori e lettrici, a volte i messaggi più semplici sono i migliori, i valori come la famiglia e il rispetto, la riconoscenza e l’amore non dovrebbero essere promossi solo da chi “fa intrattenimento” ma riconosciuti, trasmessi e diffusi da chi ha in mano l’autorità per farlo.

Intanto vi invito a vedere il video di Gianfranco, per lui SENZA IL CUORE DI UNA MAMMA DENTRO UNA CASA NON C’E’ BATTITO

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=156704592205198&id=100035969731128

 

 

 

 

 

0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *