Oggi voglio parlarvi di Dea Rahel. 

Perchè ve ne sto parlando? Leggete un pò qui e resterete entusiasti anche voi…Un’artista a tutto tondo!

Dea Raccontaci un pò chi sei…

Nel 1988 Dea ho perseguito il titolo di Maestro d’Arte presso l’Istituto Statale d’Arte, con orientamento specialistico per il disegno della moda e del costume d’epoca.
Durante l’adolescenza, per diversi anni mi sono dedicata alla fotografia artistica in bianco e nero.
Dal 1993 al 1998 ha realizzato diverse sculture in ceramica. A partire dal 1994 mi sono consacrata interamente alla pittura, dando vita ad un nuovo stile artistico, la Kabbalart, che coniuga i messaggi più sublimi della Kabbalah ebraica con la scienza moderna.
Dal 2007 al 2008 realizzo tre immense tele per la Yeshivàh Or Menahem di Kiryat Arba.
Nel 2010 ricevo dallo Stato d’Israele due riconoscimenti in qualità di “artista d’eccezione”.

Dea se tu potessi definirti in qualche modo cosa diresti?

Dea, israeliana d’origine italiana, sono un’artista poliedrica: pittrice,
scultrice, scrittrice, regista, sceneggiatrice, stilista di moda,
grafica…
Dea…
Dea è una prolifica scrittrice di successo!

Il 23 ottobre 2011 ho ricevuto il Primo Premio del “Concorso Letterario in memoria di Lorenzo Cresti”, con la poesia
Riavvolgere il Nastro… Nel 2011 ho pubblicato il mio primo libro DNA ebraico,
Genetica a Kabbalàh (oggi già alla sua quarta edizione). Nel 2013 esce la versione francese di DNA ebraico, ADN juif, Genetique et Kabbale, e pubblico il mio
secondo libro: Il cibo oltre la materia, i segreti kabbalistici della cena pasquale ebraica.
Nel 2014 pubblico in versione e-book  hopubblicato i primi tre volumi di una grande raccolta fotografica: Israele nei particolari… Nell’ottobre del 2016, pubblica un’opera colossale, Reinventare il mondo. Tentativo di applicazione del
paradigma quanto-kabbalistico alla società, in cui
espone il suo progetto di ripensare l’intera società
alla luce dell’antica sapienza kabbalistica e della moderna fisica quantica.
Nel febbraio 2017 esce il libro Le tre Religioni Monoteiste secondo la Kabbalàh nella collana “Lasaggezza della Cabbala” di Psiche2. Nel settembre 2017 pubblico un terzo libro per la collana “La saggezza della Cabbala” di Psiche2: Kabbalàh per vegetariani e carnivori. Con traduzione inedita del libro di Rav Kook «La visione del vegetarianesimo e della pace». Il 16 agosto 2018, in occasione del sessantesimo compleanno della rockstar Madonna, pubblico su Amazon la prima versione del suo libro Fenomeno Madonna alla luce della Kabbalàh, prima opera
firmata con il suo nuovo nome d’arte Dea. Fra il 2014 e il 2016 ho realizzato una serie pittorica dedicata alla Rivoluzione Digitale, con alcune opere dedicate al genio di Steve Jobs. Nel 2015 partecipo alla Biennale di Gerusalemme. 

 

Complimenti! Di cos’altro ti occupi?

Mi occupo anche di film!

Dall’età di 16 anni, mi occupo di  scrittura di sceneggiature per il cinema.
Nel 1989 mi sono trasferita a Roma ed ho frequentato i set cinematografici di Cinecittà, venendo a contatto con grandi registi ed artisti del settore, come Federico
Fellini, Monica Vitti, ecc… Nel 2006 l’Istituto del Tempio di Gerusalemme mi commissiona  la sceneggiatura per un film fiction sul tema della ricostruzione del Terzo Tempio. Dal
2006 al 2007 lavora alla stesura della sceneggiatura e dello storyboard del film The end of Israel. Nel 2008 realizzo, in qualità di regista, il cortometraggio Il saggio e il semplice insieme ad un gruppo di adolescenti con problematiche sociali e psicologiche.

Attualmente  lavoro a due progetti di cinema sperimentale: sotto le ali del produttore israeliano Marek Rozenbaum, lavora ad un innovativo progetto cinematografico in qualità di sceneggiatrice e regista, che mostra il conflitto israeliano-palestinese in una prospettiva quantistica del tempo, in cui i luoghi e i tempi (passato, presente e futuro) si sovrappongono
e sincronizzano. Insieme al produttore Piero Melissano, ho lavorato  ad un secondo progetto di Cinema Quantico: un film interamente girato in Italia, in cui passato
e presente sono letti come eventi interconnessi e contemporanei, in linea con la nuova concezione scientifica del tempo.
Nel 2019 Dea appare nel film documentario JERUSALEM-YERUSHALAYIM-AL QUDS LIBERTÀ PER CREDERE di Victor Vegan, in qualità di artista esperta di Kabbalah ebraica

 

Ok Dea, hai davvero una forza eccezionale!Sembra che tu abbia mille vite ma come fai? Ci sono altri progetti di cui ti stai occupando?

 

Ebbene si! Non mi sono mai fermata nella mia vita! A settembre del 2018  mi son fatta confezionare presso la prestigiosa Sartoria Teatrale di Torino i primi capi di vestiario che ho disegnato io. Ho infatti lanciato il brand Kabbaland Fashion, una nuova linea di abbigliamento e di raffinati e preziosissimi gioielli ispirati alla Kabbalàh. Insieme a collaboratori scelti, ho realizzato in Italia un video promozionale della nuova linea di abbigliamento!il PROGETTO ECOVILLAGGI tuttavia è quello che mi sta più a cuore!
Da diversi anni mi  dedico anche al QK Project, un progetto molto ambizioso che prevede, come obiettivo, la creazione di una rete mondiale di ecovillaggi che fungeranno da laboratorio sperimentale per un nuovo modello di società, plasmato dai nuovi paradigmi inaugurati dalla scienza, in cui il sistema monetario verrà soppiantato da un nuovo modello di libero accesso alle risorse
e la democrazia diretta fondata sulla maggioranza verrà sostituita da un modello di società fondata sul merito e la competenza. 

 

Fantastico! I tuoi contatti, riferimenti per chiunque volesse contattarti?

Siti Web

https://kabbalandfashion.com/
http://www.kabbaland.com/ART/#home
http://www.kabbaland.com
http://ecovillage.kabbaland.com
Video
https://www.youtube.com/
watch?v=UqgVYbBrAQk
https://www.youtube.com/watch?v=0sqCOElA-f4
https://www.youtube.com/watch?v=KVtDQyWG1k

 

Mostre Personali

28.4-16.5.2008 Mostra Personale “Arte e
Kabbalah”, Museo HaTanakh, Tel Aviv
7.2009 Mostra collettiva e conferenza “Arte,
Web e Kabbalah”, Centro Culturale Francese,
Gerusalemme
22.9-31.10.2010 Mostra Personale “Peh el peh”,
Centro Shimshon Beit Shmuel, Gerusalemme
2-4.5.2011 Mostra Personale “Kabbalart”, Balazzo
Bagnaro, Napoli
24.9-5.11.2015 Biennale di Gerusalemme
25.2-1.3.2016, Mostra Personale “Finestre nel
muro”, Centro “26 della Rocca”, Torino

0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *