Connect with us

Fabia Tonazzi

Dea: Kabbalah!La passione a 360 gradi

Pubblicato

il

Kabbaland Rael

Oggi voglio parlarvi di Dea Rahel. 

Perchè ve ne sto parlando? Leggete un pò qui e resterete entusiasti anche voi…Un’artista a tutto tondo!

Dea Raccontaci un pò chi sei…

Nel 1988 Dea ho perseguito il titolo di Maestro d’Arte presso l’Istituto Statale d’Arte, con orientamento specialistico per il disegno della moda e del costume d’epoca.
Durante l’adolescenza, per diversi anni mi sono dedicata alla fotografia artistica in bianco e nero.
Dal 1993 al 1998 ha realizzato diverse sculture in ceramica. A partire dal 1994 mi sono consacrata interamente alla pittura, dando vita ad un nuovo stile artistico, la Kabbalart, che coniuga i messaggi più sublimi della Kabbalah ebraica con la scienza moderna.
Dal 2007 al 2008 realizzo tre immense tele per la Yeshivàh Or Menahem di Kiryat Arba.
Nel 2010 ricevo dallo Stato d’Israele due riconoscimenti in qualità di “artista d’eccezione”.

Dea se tu potessi definirti in qualche modo cosa diresti?

Dea, israeliana d’origine italiana, sono un’artista poliedrica: pittrice,
scultrice, scrittrice, regista, sceneggiatrice, stilista di moda,
grafica…
Dea…
Dea è una prolifica scrittrice di successo!

Il 23 ottobre 2011 ho ricevuto il Primo Premio del “Concorso Letterario in memoria di Lorenzo Cresti”, con la poesia Riavvolgere il Nastro… Nel 2011 ho pubblicato il mio primo libro DNA ebraico, Genetica a Kabbalàh (oggi già alla sua quarta edizione). Nel 2013 esce la versione francese di DNA ebraico, ADN juif, Genetique et Kabbale, e pubblico il mio secondo libro: Il cibo oltre la materia, i segreti kabbalistici della cena pasquale ebraica.
Nel 2014 pubblico in versione e-book  hopubblicato i primi tre volumi di una grande raccolta fotografica: Israele nei particolari… Nell’ottobre del 2016, pubblica un’opera colossale, Reinventare il mondo. Tentativo di applicazione del paradigma quanto-kabbalistico alla società, in cui espone il suo progetto di ripensare l’intera società alla luce dell’antica sapienza kabbalistica e della moderna fisica quantica.
Nel febbraio 2017 esce il libro Le tre Religioni Monoteiste secondo la Kabbalàh nella collana “Lasaggezza della Cabbala” di Psiche2. Nel settembre 2017 pubblico un terzo libro per la collana “La saggezza della Cabbala” di Psiche2: Kabbalàh per vegetariani e carnivori. Con traduzione inedita del libro di Rav Kook «La visione del vegetarianesimo e della pace». Il 16 agosto 2018, in occasione del sessantesimo compleanno della rockstar Madonna, pubblico su Amazon la prima versione del suo libro Fenomeno Madonna alla luce della Kabbalàh, prima opera
firmata con il suo nuovo nome d’arte Dea. Fra il 2014 e il 2016 ho realizzato una serie pittorica dedicata alla Rivoluzione Digitale, con alcune opere dedicate al genio di Steve Jobs. Nel 2015 partecipo alla Biennale di Gerusalemme. 

 

Complimenti! Di cos’altro ti occupi?

Mi occupo anche di film!

Dall’età di 16 anni, mi occupo di  scrittura di sceneggiature per il cinema.
Nel 1989 mi sono trasferita a Roma ed ho frequentato i set cinematografici di Cinecittà, venendo a contatto con grandi registi ed artisti del settore, come Federico Fellini, Monica Vitti, ecc… Nel 2006 l’Istituto del Tempio di Gerusalemme mi commissiona  la sceneggiatura per un film fiction sul tema della ricostruzione del Terzo Tempio. Dal 2006 al 2007 lavora alla stesura della sceneggiatura e dello storyboard del film The end of Israel. Nel 2008 realizzo, in qualità di regista, il cortometraggio Il saggio e il semplice insieme ad un gruppo di adolescenti con problematiche sociali e psicologiche.

Attualmente  lavoro a due progetti di cinema sperimentale: sotto le ali del produttore israeliano Marek Rozenbaum, lavora ad un innovativo progetto cinematografico in qualità di sceneggiatrice e regista, che mostra il conflitto israeliano-palestinese in una prospettiva quantistica del tempo, in cui i luoghi e i tempi (passato, presente e futuro) si sovrappongono
e sincronizzano. Insieme al produttore Piero Melissano, ho lavorato  ad un secondo progetto di Cinema Quantico: un film interamente girato in Italia, in cui passato
e presente sono letti come eventi interconnessi e contemporanei, in linea con la nuova concezione scientifica del tempo.
Nel 2019 Dea appare nel film documentario JERUSALEM-YERUSHALAYIM-AL QUDS LIBERTÀ PER CREDERE di Victor Vegan, in qualità di artista esperta di Kabbalah ebraica

 

Ok Dea, hai davvero una forza eccezionale!Sembra che tu abbia mille vite ma come fai? Ci sono altri progetti di cui ti stai occupando?

 

Ebbene si! Non mi sono mai fermata nella mia vita! A settembre del 2018  mi son fatta confezionare presso la prestigiosa Sartoria Teatrale di Torino i primi capi di vestiario che ho disegnato io. Ho infatti lanciato il brand Kabbaland Fashion, una nuova linea di abbigliamento e di raffinati e preziosissimi gioielli ispirati alla Kabbalàh. Insieme a collaboratori scelti, ho realizzato in Italia un video promozionale della nuova linea di abbigliamento!Il PROGETTO ECOVILLAGGI tuttavia è quello che mi sta più a cuore!
Da diversi anni mi  dedico anche al QK Project, un progetto molto ambizioso che prevede, come obiettivo, la creazione di una rete mondiale di ecovillaggi che fungeranno da laboratorio sperimentale per un nuovo modello di società, plasmato dai nuovi paradigmi inaugurati dalla scienza, in cui il sistema monetario verrà soppiantato da un nuovo modello di libero accesso alle risorse e la democrazia diretta fondata sulla maggioranza verrà sostituita da un modello di società fondata sul merito e la competenza. 

 

Fantastico! I tuoi contatti, riferimenti per chiunque volesse contattarti?

Siti Web

https://kabbalandfashion.com/
http://www.kabbaland.com/ART/#home
http://www.kabbaland.com
http://ecovillage.kabbaland.com
Video
https://www.youtube.com/
watch?v=UqgVYbBrAQk
https://www.youtube.com/watch?v=0sqCOElA-f4
https://www.youtube.com/watch?v=KVtDQyWG1k

 

Mostre Personali

28.4-16.5.2008 Mostra Personale “Arte e
Kabbalah”, Museo HaTanakh, Tel Aviv
7.2009 Mostra collettiva e conferenza “Arte,
Web e Kabbalah”, Centro Culturale Francese,
Gerusalemme
22.9-31.10.2010 Mostra Personale “Peh el peh”,
Centro Shimshon Beit Shmuel, Gerusalemme
2-4.5.2011 Mostra Personale “Kabbalart”, Balazzo
Bagnaro, Napoli
24.9-5.11.2015 Biennale di Gerusalemme
25.2-1.3.2016, Mostra Personale “Finestre nel
muro”, Centro “26 della Rocca”, Torino

continua
Annuncio
commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fabia Tonazzi

Nicola Pepe stupisce ancora

Pubblicato

il

da

Nicola Pepe e la cucina

Negli anni in cui la cucina è sotto gli occhi del ciclone ed è spesso fautrice di creatività, innovazione e ricerca, e da parte degli addetti ai lavori ormai si avverte sempre più la necessità di ritornare alla semplicità e alla sostenibilità.

Nicola Pepe e le sue idee

Ne è di questa idea ( o forse più che un idea si tratta di un’esigenza ) lo chef Nicola Pepe. Secondo il vincitore di Hell’s Kitchen Italia infatti nei ristoranti c’è un’ormai diffusa tendenza che mira più che altro a sorprendere la propria clientela con piatti eccessivamente elaborati e guarniti, e non c’è più la possibilità invece di assecondare l’esigenza di chi il piatto lo cucina.  Un vero ritorno a quell’idea di cucina povera che tanto si è sviluppata in Italia nel dopoguerra e che fa riferimento all’impiego di ingredienti primari della nostra cucina, ricette semplici ma ricche di gusto e di sapori unici.

L’articolo Nicola Pepe stupisce ancora proviene da Passione Vera.

continua

Fabia Tonazzi

Maria Bove bellezza mozzafiato

Pubblicato

il

da

Chi è Maria Bove? Perchè ne parliamo?

Partita da un piccolo paesino, Vallata, delle provincia di Avellino, Maria Bove, ha conquistato lo show-biz che l’ha consacrata ufficialmente con un respiro internazionale.

Quali sono le caratteristiche di Maria Bove? 

Bella, raffinata, ma è soprattutto la semplicità che caratterizza l’immagine di Maria Bove.
Aspetti che tutti in lei apprezzano senza discuterne l’oggettività.

 Mari J, così viene chiamata artisticamente, ha da una parte in cantiere un progetto musicale e dall’altro lato un progetto segreto. Non tutti sono abituati a riconoscere che ha un grande talento nel campo della recitazione! Maria non nasconde la sua ispirazione per il cinema italiano, con uno sguardo preciso sulle grandi attrici  come Sophia Loren, Monica Vitti, Anna Magnani.

Dopo il servizio fotografico, dove ha sfoggiato tutta la sua femminilità ricordando Monica Bellucci, questa volta è la copertina di un giornale ad esaltarla.

Anche in queste foto la Bove non risparmia le sue energie per farsi immortalare in scatti splendidi.

Scatti che la restituiscono senza tempo al suo pubblico. Eccola in posa per il servizio fotografico in questione che si rifà a La Dolce vita, il mitico capolavoro cinematografico  di Federico Fellini che non solo è stata una pellicola d’autore, ma ha rappresentato un’epoca di rivoluzione per l’immagine della bellezza per l’immaginario collettivo.

Maria Bove ne è diventata un’interprete contemporanea, una vera Diva 2.0 che fa della sua disarmante bellezza anche una chiave per continuare a rappresentare l’Italia all’estero come il caso della copertina che la rivista internazionale Lush le ha dedicato.

L’articolo Maria Bove bellezza mozzafiato proviene da Passione Vera.

continua

Fabia Tonazzi

FEDERICO ANGARANO MENTAL & LOVE COACH SI RACCONTA

Pubblicato

il

da

Federico Angarano, love coach.Vediamo cosa ha da raccontarci e come nasce la sua passione per il suo lavoro 😉 

DI COSA TI OCCUPI ?


Principalmente sono un Mental & Love Coach, ovvero aiuto le persone a raggiungere i propri obiettivi di vita, personali e relazionali.Attraverso delle consulenze di coaching dal vivo o via webcam, guido il mio cliente nello scegliere cosa fare giorno dopo giorno per raggiungere l’obiettivo prefissato.Lavoro con una serie di tecniche derivanti dal mondo del miglioramento personale e P.N.L. (Programmazione neuro linguistica), che ho potuto apprendere grazie al corso intensivo per diventare un Coach professionista tenuto nel 2014 presso Master Coach Italia.Inoltre ho approfondito la mia formazione con innumerevoli letture e ho frequentato vari corsi, sia da corsista che da coach, per esempio:Comunicazione efficace, linguaggio del corpo, la comunicazione in amore, il linguaggio ipnotico, Social media Marketing e comunicazione digitale, crescere imprenditori e tanto altro.

Nel restante tempo libero mi piace scrivere e recitare.
Per ora ho fatto qualche semplice figurazione e comparsa in diversi film        italiani e ho scritto un mini-spot pubblicitario per L’azienda “My best     marketing”.Continuo a formarmi per diventare un buon attore e sceneggiatore/scrittore.
Dato che un domani non mi dispiacerebbe poter lavorare seriamente anche in questi ambiti.

IL RAPPORTO CON IL TUO LAVORO, TI PIACE QUELLO CHE FAI? PER TE È UNA PASSIONE VERA O TI SEI ADATTATO AL CONTESTO IN CUI VIVI?

Per me è totalmente una vera passione.
La mia Mission di vita è dare e ricevere amore incondizionatamente.
Ho scelto di fare questo lavoro perché amo aiutare gli altri, adoro quando mi ringraziano sorridenti e commossi, dopo aver finalmente raggiunto i loro obiettivi e la serenità interiore tanto desiderata.
Il miglioramento personale mi ha permesso più di una volta di superare periodi difficili e rivoluzionare la mia vita in meglio.
Perciò ho deciso di iniziare questo percorso.
Così come ha migliorato me può aiutare a migliorare chiunque.
Credo fortemente nel continuo miglioramento e nello sviluppo di una mentalità positiva e produttiva.
A mio parere queste materie dovrebbero insegnarle e trasmetterle sin da piccoli nelle scuole, come fanno già in altri stati tipo la Finlandia.

DESCRIVITI IN 3 PREGI E 3 DIFETTI:

Pregi: Molto creativo, empatico e determinato.

Difetti: Solo 3?
Disordinato come tutti i creativi, estremamente esigente e ritardatario cronico.

FEDERICO ANGARANO QUALI SONO LE TUE PASSIONI E HOBBY?

FEDERICO ANGARANO-Mi affascina tutto ciò che trasmette delle emozioni autentiche.
Infatti oltre al miglioramento personale e le relazioni, mi piace tantissimo recitare, scrivere, viaggiare e giocare con la mia vivace creatività.
Inoltre faccio tanto sport per mantenermi in forma (mens sana in corpore sano.)

QUALI OSTACOLI, SE CI SONO STATI, HAI SPERIMENTATO DURANTE IL PERCORSO E COME LI HAI SUPERATI? COSA DIRESTI A CHI COMINCIA UN PERCORSO COME IL TUO? QUANTO È STATA IMPORTANTE PER TE LA PASSIONE CHE HAI MESSO IN QUELLO CHE STAVI REALIZZANDO?


Gli ostacoli in questo lavoro sono innumerevoli, in primis ogni giorno ti scontri con la diffidenza e l’ignoranza della gente su queste tematiche, soprattutto qui al Sud.
L’ostacolo più grande è capire come trasmettere agli altri quello che sai fare, e far comprendere che sei competente in materia e puoi davvero aiutarli.
Dopo di che, c’è da strutturare tutta la parte sul come promuoversi al pubblico.
Una volta superati questi ostacoli, fare questo mestiere significa immergersi nella vita degli altri e IO amo farlo, ma non tutti siamo esperti subacquei.
Quindi a chi tenta di iniziare un percorso simile, consiglio in primis di chiedersi fortemente se è davvero motivato e spinto dalla passione, perché senza questi due elementi in questo ambito non si va avanti.

FEDERICO ANGARANO QUALI SONO I TUOI PROGETTI A BREVE TERMINE E PER IL TUO FUTURO?

Nel breve termine, mi piacerebbe poter finire di creare il mio primo Video corso sul miglioramento personale e relazionale e promuoverlo in tutta Italia.
Nel lungo termine, oltre a consolidare a pieno la mia figura come Mental Coach, in futuro mi piacerebbe lavorare come attore e sceneggiatore per qualche film/produzione importante.
Così da mettere a frutto la mia creatività a 360° e gli anni di studi e sacrifici.

CI SONO FILM/LIBRI CHE TI HANNO ISPIRATO NEL TUO PERCORSO LAVORATIVO?

(ahahah) Bhè qualche anno fa ho visto un film con Will Smith che disegnava caratteristiche simili al lavoro che faccio: “Hitch, lui si che capisce le donne”, film che mi ha colpito particolarmente e motivato ancora di più nell’intraprendere questo percorso.
Potrei citartene un altro, ma per puro divertimento, con Mel Gibson “What Woman want”.
Perché… A chi non piacerebbe saper leggere la mente delle donne?
Io posso solo provarci 😉 Se ti elencassi tutti i film che mi piacciono, non basterebbe l’intera pagina.Effettivamente però c’è una saga che porto nel cuore, perché rispecchia la reazione alle difficoltà della vita, partendo dal basso per arrivare alle stelle, ovvero il grande “Rocky”.Per quanto riguarda i libri trovo che la poesia di una favola NON per bambini come il “Piccolo Principe” sia insuperabile. Ultimamente una raccolta di poesie mi ha particolarmente affascinato, ritrovandomi in “Cedi la strada agli alberi” di Franco Arminio.

FEDERICO ANGARANO IL TUO IDOLO, C’E’ QUALCUNO A CUI TI ISPIRI?

Ormai da anni ho reso me stesso il mio primo vero idolo.
Dato che punto a migliorarmi giorno dopo giorno sempre di più, mi paragono e mi sfido solo con me stesso.
Sicuramente in ogni settore ho un punto di riferimento che si avvicina a me come ideologie e tipo di carriera, per esempio:
Come Mental coach stimo molto Daniele di Benedetti per la sua spontaneità ed energia, come You Tuber/scrittore mi piace la carriera che ha fatto Francesco Sole o Devid Sassi che trovo molto profondo.

Come attore mi ispiro a Elio Germano, che reputo uno dei giovani attori

Italiani più bravi in assoluto, a cui hanno detto più volte che assomiglio.

“ Work until your idols become your rivals”

  • Contatti
    SEGUIMI SU:

Youtube:  https://tinyurl.com/y9jydgeo

Pagina FB:    https://www.facebook.com/Fedearteamore/

Gruppo FB:   https://www.facebook.com/groups/Fedar…

Instagram:    https://www.instagram.com/fedearteamore/

L’articolo FEDERICO ANGARANO MENTAL & LOVE COACH SI RACCONTA proviene da Passione Vera.

continua

Trends

Copyright © 2020 Passionivere.it