Seguici su:

news

Covid e Laura Pausini: come andrà a finire?

Pubblicato

il

Covid e Laura Pausini: Il talento al primo posto ma il covid spaventa sempre.

Laura Pausini non la ferma nessuno ma il covid in un certo senso la spaventa.

Ricordiamo il prestigio di questa cantante però…La prima donna a essersi esibita nello stadio di San Siro, la prima al Circo Massimo, forse una nomination all’Oscar per la Miglior Canzone originale con Io sì (seen), tema del film “The Life Ahead/La Vita Davanti A Sé”, che segna il ritorno davanti alla macchina da presa, dopo 10 anni, di Sophia Loren diretta dal figlio Edoardo Ponti, in sala il 3, 4 e 5 novembre e su Netfix dal 13 novembre.

Come sta vivendo questo periodo Laura Pausini?

“Non ci voglio neanche pensare che possa succedere. Perché se mi gaso e poi non vinco mi viene un crollone. Intanto festeggio la possibilità di nomination”, dice la cantante che ha voluto realizzare cinque versioni del brano che è stato proposto dai produttori all’Academy (oltre a quella in italiano scritta da Laura con Niccolò Agliardi – l’unica che si ascolterà nel film -, anche in inglese, francese, spagnolo e portoghese), racchiuse in un Ep, in uscita domani per Atlantic Warner.

Laura Pausini: No alla carriera da attrice

No, ad ogni velleità da attrice dice: “No, no, per carità. Io non so farla. Non sono capace di inventarmi di essere un’altra. Non è che se sei famoso, puoi fare tutto”. “Con il lockdown mi sono sentita persa – racconta, in collegamento zoom da Roma -. Invece di tirar fuori le mie inquietudini, mi sono chiesta se interessasse a qualcuno che io cantassi ancora”. MOLTO significative le sue parole, arrivare a chiedersi se le sue canzoni siano ancora gradite e richieste è sinonimo di grande umiltà e passione.

Ci dobbiamo aspettare un nuovo album?(che potrebbe arrivare a Natale 2021)

Ecco cosa ha raccontato la cantante:“continuavo a rimandare il momento in cui iniziare ad ascoltare le oltre 500 canzoni arrivate. Poi è arrivata la proposta di Diane Warren. E ho capito perché finora avevo detto no ad altri progetti cinematografici: aspettavo di emozionarmi così, di riconoscermi in un film che racconta di due persone, di incontri che possono cambiare la vita e possono salvarla. Ed è stato anche il momento giusto per collaborare con Dianne dopo anni che ci conoscevamo”.

Laura Pausini e la grande attrice Sophia Lauren

“È un’emozione vedere in scena Sophia (che interpreta una sopravvissuta all’Olocausto che si prende cura dei figli delle prostitute, ndr) e poter apprezzare la sua generosità nell’interpretare una storia intensa, italiana e con un significato socialmente così importante e purtroppo ancora molto attuale. La prima volta che ci siamo incontrate era il 2003 e c’è sempre stata empatia tra noi. E’ materna, protettiva e di lei colpisce sempre il suo essere icona in tutto quello che fa. E’ la rappresentazione della donna italiana nell’immaginario degli stranieri”.

Notizia scoop

Sophia Loren, rivela Laura Pausini, sarà anche nel videoclip del brano. E a proposito di donne, Laura parla della parità di genere senza però invocare le quote rose. “Deve avere chi merita, che sia donna o uomo. E’ vero che ci sono delle disparità, ma mi sembra che a volte si esagera un po’ su questa questione. Ciò che si deve combattere è invece la violenza. Ed è quello che volevamo gridare con il concerto ‘Una, nessuna, centomila’, che è stato rimandato a giugno prossimo. La violenza è inaccettabile e purtroppo il lockdown non ha aiutato a combatterla”.

L’articolo Covid e Laura Pausini: come andrà a finire? proviene da Passione Vera.

continua
Annuncio
commenta

Scrivi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

news

Sofia Zaros canta “Un domani”. Quanto ama la musica, Sofia? Conosciamola meglio

Pubblicato

il

da

Sofia Zaros parlando di se stessa si descrive così…

I miei Pregi?

Sono creativa
– Sono ottimistica
– Mi piace romanticizzare la vita

I miei difetti?

non ho tanta pazienza
– Anche se mi piace romanticizzare la vita sono molto realistica quando si parla di cose vere
– Oddio l’ananas

 Tra i miei Hobby ci sono:

  • cantare
  • – Comporre canzoni
  • – Leggere
  • – Giocare a palavolo
  • – Andare a scuola

Sofia Zaros com’ è il tuo rapporto con il tuo lavoro, ti piace quello che fai? Per te è una passione vera o ti sei adattato al contesto in cui vivi?

Io sono una studentessa, mi piace andare a scuola e provo a dare il meglio di me in ogni materia. A scuola mi dano l’opportunità di comporre e di diventare una musicista migliore quindi la scuola non è neanche male.

Quanto è stata importante per te la passione che hai messo in quello che stavi realizzando?

Un ostacolo duro per me e’ fare la cantante e comporre mentre continuo ad andare a scuola. Con la scuola non ho tanto tempo libero e poi gli altri ragazzi a scuola delle volte ti prendono in giro perché non capiscono quello che stai provando a fare… Non hanno la stessa passione. Consiglio a tutti di essere confidenti nelle loro abilità e di contonuare a lavorarci sempre, e cercare di migliorare in continuazione.

La passione che avevo per la musica e’ una cosa che mi aiutato a crescere come una persona, scredo di piu’in me stessa  grazie alle mie esperienze cmusicali.

Sofia Zaros, il tuo rapporto con la vita, il tuo motto, le tue credenze. Il tuo idolo, c’è qualcuno a cui ti ispiri per realizzare la tua vita?

Di tutto può succedere, devi sempre continuare ad andare avanti. Io mi espiro ad ed Sheeran, come cantautore e bravissimo e scrivo in un modo che emoziona. E come celebrità e molto sciolto e a i piedi a terra. Io vorrei diventare come lui.

Il libro, l’opera d’arte, o  la trasmissione televisiva/ radiofonica  (ecc…) più famosa che avresti voluto realizzare tu. La tua citazione famosa preferita

Io vorrei arrivare al punto dove posso avere un tour internazionale completamente con le mie canzoni. Ho seno essere chiesta di cantare a una sfila per la Victoria secret. “I’m Ariana Grande and if that’s not interesting enough then don’t talk to me”

Sofia zaros
Sofia Zaros

Il tuo ultimo “successo”lavorativo, affettivo, quanto è il frutto della tua spontaneità ed esperienza e quanto invece è il risultato  di fattori esterni

Il mio ultimo “successo “ la canzone che ho appena pubblicato su Spotify e su tutti i canali digitali: si chiama My Tomorrow by Sofia Zaros!!Ascoltatemi!

Contatti di Sofia Zaros

Facebook: sofiazarosofficial

Instagram: sofia.zaros

website: www.sofiazaros.com

Articoli simili:

L’articolo Sofia Zaros canta “Un domani”. Quanto ama la musica, Sofia? Conosciamola meglio proviene da Passione Vera.

continua

news

Giraldi editore pubblica un libro dedicato al Body shaming: DILLO A CURVY PRIDE!

Pubblicato

il

da

Body shaming, rivincita, violenza fisica e verbale, tradimenti, amore, ricerca dell’autostima e della
felicità sono solo alcuni dei temi affrontati nel libro Dillo a Curvy Pride a cura di Antonella Simona
D’Aulerio.

I protagonisti del libro sono i vincitori del contest letterario promosso dalla Giraldi Editore in
collaborazione con l’Associazione Curvy Pride – APS.

L’idea di Dillo a Curvy Pride, Giraldi editore, nasce con la pubblicazione del libro “La mia resilienza in un corpo morbido” di Marianna Lo Preiato (Presidentessa dell’Associazione), a cura di Marzia Di Sessa.

Marianna ha passato il testimone a 33 protagonisti “perché” ha pensato:

“se aprire il mio cuore e affrontare gli spettri del passato sta facendo così bene a me lo farà
sicuramente anche agli altri”.

La forza di Dillo a Curvy Pride, Giraldi editore, è rappresentata dai suoi autori.

Sono persone normali che potrebbero essere un’amica, un vicino di casa o una sorella, che con coraggio e generosità hanno raccontato scorci della loro vita, episodi ed emozioni troppo spesso tenuti nascosti perfino allo sguardo delle persone più care.

Liberarsi dai pregiudizi, lottare contro il bullismo, ribellarsi a stereotipi nocivi e pericolosi, credere
nelle proprie potenzialità e iniziare ad amare incondizionatamente, partendo innanzitutto da se
stessi, sono i valori dell’Associazione Curvy Pride – APS a cui la Giraldi Editore devolverà una parte
del ricavato della vendita del libro.


Come scrive Luca Ward (attore, doppiatore, direttore di doppiaggio) nella prefazione:

“Raccontare e raccontarsi oggi è inteso anche come forma di terapia di guarigione e la potenza del racconto ci aiuta a comprendere che non siamo soli nelle nostre difficoltà ma tutti, anche le persone che a noi sembrano serene, felici o apparentemente arrivate, vivono o hanno vissuto i loro spazi d’ombra.
Tanto prima capiremo che questo è assolutamente normale, tanto prima riusciremo ad uscire dal
nostro guscio e a superare le nostre paure”.


L’obiettivo dell’antologia è trasmettere un messaggio di speranza in un futuro migliore per le tante
persone che avranno il coraggio di guardare in faccia le loro vite, capire quello che vogliono
migliorare e muoversi per raggiungere tale obiettivo!

L’articolo Giraldi editore pubblica un libro dedicato al Body shaming: DILLO A CURVY PRIDE! proviene da Passione Vera.

continua

news

ShE!NoThinG: Un videoclip significativo

Pubblicato

il

da

ShE! NoThinG presenta “Woman”, una viscerale rock ballad contro il femminicidio

ShE!NoThinG- In occasione della giornata contro la violenza sulle donne ShE!NoThinG esordisce proprio con “Woman”, un singolo sanguinante, viscerale, profondo, in cui il timbro graffiante e oscuro della cantautrice tocca corde scoperte intonando melodie dolorose ma necessarie per ricordare a tutti che “il colore rosso del sangue è femminile ma non è femminicidio”.

Cosa c’era prima del big bang?

Qualcuno presume che non ci fosse niente, eppure da quel niente è nato tutto. O forse prima del “niente” (“nothing”) c’era già “lei” (“she”). Lei, la donna, la forza creatrice, lo scrigno della vita, la vibrazione che scuote le anime del giorno e le fonde con quelle della notte e viceversa, disegnando l’eternità.

Questa la presentazione del singolo con le parole dell’artista: L’amore ama fortemente, non con la forza. Le parole sono strumenti per comunicare, non armi per distruggere. L’amore lascia la sua impronta nell’anima, non sul corpo. Casa è dove sei al sicuro, non in pericolo”.

Sotto l’egida del controverso ed eclettico artista e produttore Paolo Fattorini, “Woman” anticipa il disco d’esordio di ShE!NoThinG, che si preannuncia sin da ora un affascinante viaggio introspettivo attraverso i più bui anfratti del nostro inconscio.

L’articolo ShE!NoThinG: Un videoclip significativo proviene da Passione Vera.

continua

Trends