Seguici su:

news

Mozez presenta il suo ultimo lavoro “That’s Crazy”

Pubblicato

il

Ritorna Mozez, al secolo Osmond Wright, con il singolo “That’s Crazy” (letteralmente “è folle”, “assurdo”)

Un rock melodico e potente ricco di contenuti e di messaggi positivi. Scongiurare un disastro imminente e forse già in atto, è compito del protagonista che – invitando l’ascoltatore alla fiducia e alla speranza – guida l’uomo alla conoscenza e alla vittoria sul male, grazie all’unica e indistruttibile forma di potere che ci sia: l’unità. Le paure del futuro possono soccombere sotto il potere delle nostre mani, l’uomo è quindi più forte del destino. La canzone è stata scritta e prodotta dallo stesso Mozez nel 2017 a Londra con la partecipazione di Mico, un giovane artista rap londinese. Scritto dopo gli attacchi terroristici di qualche anno fa a Londra, Parigi e in altre città di tutto il mondo, il nuovo singolo di Mozez trae ispirazione da questi e altri eventi.

E’ un artista con un’identità ben definita.

è un cantante spirituale che ama esplorare concetti diversi, infonderli nella sua musica. 

Spinto da una consapevolezza spirituale, il suo principale desiderio è quello di aprire le menti del suo pubblico a nuove possibilità e modi di pensare. Si ispira musicalmente da artisti quali The Carpenters, Marvin Gaye, Coldplay e, più recentemente, Fat Freddy’s Drop , nei testi Mozez scava decisamente nel profondo. 

Figlio di un predicatore giamaicano, Mozez inizio’ la sua carriera in Giamaica nel 1987 , cantando in tournee’ come membro del gruppo gospel , Channel of Praise.

Il 1994 lo ha visto esibirsi come cantante nella famosa dance band Spirit. Durante la sua importante esperienza artistica con gli Zero 7 insieme a Sia, Sophie Barker e Tina DicoMozez ha avuto l’occasione giusta per costruire una solida fanbase. Nel 2006 esce il suo primo album da solista, So Still .

Mozez

Nel 2010 crea la sua etichetta, Numen Records e nel 2011 pubblica il suo primo album di remixes, Time Out. Tra il 2012 e il 2016 Mozez è impegnato nella stesura di canzoni, registrazioni e tournée con il dj producer inglese Nightmare on Wax, con cui si esibisce occasionalmente dal vivo.

Durante questo periodo produce il suo secondo album da solista Wings, pubblicato nel 2015 sempre per Numen Records. Questo importante lavoro e’ immerso in un clima prettamente spirituale e attira l’attenzione di Dermot O’Leary Tom Robinson ( conduttori radiofonici rispettivamente per BBC Radio 2 e BBC Radio 6 Music ). Nel 2017 esce Dream State, album di remixes. Nel giugno 2020 è uscito con il singolo “Looking At Me”.

Il 23 ottobre 2020 arriva con un secondo singolo “That’s Crazy”, al quale seguira’ l’uscita del nuovo album Lights On, in cui Mozez condivide pensieri ed esperienze personali ampliando la sua percezione di ciò che, secondo lui, sta realmente accadendo nel mondo, ed esprimendo il concetto di base che Dio è l’origine di ogni cosa e ha donato a tutti amore, energia e pace

Hanno partecipato alla realizzazione del brano:
  • Chitarre: Earl Christopher Dawkins
  • Basso: Hamlet Luton
  • Tastiere: Tommy Bianchi
  • Mix e master : Tommy Bianchi
  • Videomaker: Diego Monfredini

L’articolo Mozez presenta il suo ultimo lavoro “That’s Crazy” proviene da Passione Vera.

continua
Annuncio
commenta

Scrivi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

news

Priscilla Salerno e la giornata dedicata alle donne per dire di no alla violenza e ai femminicidi

Pubblicato

il

da

Priscilla Salerno scende in campo e ci mette la faccia per la giornata sulla violenza sulle donne e non solo. 

Priscilla Salerno dice di no alla violenza in generale e ricorda anche la vicenda che lo scorso anno aveva colpito l’opinione pubblica. A Legnano Sara Del Mastro nel 2019 sfigurò con l’acido l’ex ragazzo Giuseppe Morgante. Sono tanti i personaggi pubblici che intervengono continuamente su quella che proprio oggi il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha definito un’emergenza sociale. 

Priscilla svolge attivamente dei ruoli sia nel campo della scuola e quello della politica.

Di recente infatti l’attrice è stata attivista nelle elezioni regionali in Campania, e da anni impartisce lezioni di educazione sessuale nelle scuole italiane su il delicatissimo tema del revenge porn.

Noi di PassioneVera siamo andati a curiosare sul web e abbiamo trovato questo video davvero in linea con quanto riportato. Il video risale al 2014. Sicuramente sono passati diversi anni rispetto a oggi ma il pensiero espresso è sempre attuale.

Se pensate che Priscilla Salerno sia stata “solo” una porno star in questo video qui sotto vi spiazzerà sapere che è un architetto come dichiara durante l’intervista!

articoli simili:

L’articolo Priscilla Salerno e la giornata dedicata alle donne per dire di no alla violenza e ai femminicidi proviene da Passione Vera.

continua

news

– Chiamatemi strega -PASSIONE E CAMBIAMENTO La rubrica di Rita Cerimele

Pubblicato

il

da

Bentrovati al secondo appuntamento di questa nuovissima rubrica a cura di Rita Cerimele “PASSIONE E CAMBIAMENTO” .

L’argomento di oggi si intitola “Chiamatemi strega”

– Chiamatemi strega –

“Liberate Rame” è il titolo del dottorato alla ricerca promosso dalla Royal Central School of Speech and Drama che è stato presentato con un Webinair il 30 ottobre 2020 presso l’Istituto Italiano di Cultura di Londra. Questo progetto, ideato da Filomena Campus cantante jazz, regista teatrale e accademico, ha l’obbiettivo di restituire a Franca Rame la sua importanza come autrice, regista e protagonista della cultura Italiana a prescindere dal lavoro di cooperazione fatto con il suo compagno di Vita Dario Fo. Filomena Campus è stata accompagnata da tre prestigiosi ospiti: Joseph Farrel, professore universitario, traduttore e biografo di Franca Rame e Dario Fo, Tom Cornford, docente di Teatro e Spettacolo presso la Royal Central School of Speech and Drama di Londra e Maria Teresa Pizza, direttrice dell’Archivio MusALab Franca Rame Dario Fo.

Jacopo Fo e Mattea Fo, presidente della Fondazione Fo Rame, sono stati presenti per un saluto speciale via video.

In occasione della giornata mondiale contro la violenza sulla donna, questo articolo ripropone il monologo di Barbara Giorgi scritto per Franca Rame

Non importa chi sono.

Non importa come mi chiamo.

Potete chiamarmi Strega.

Perché tanto la mia natura è quella.

Da sempre, dal primo vagito, dal primo respiro di vita,

dal primo calcio che ho tirato al mondo.

Sono una di quelle donne che hanno il fuoco nell’anima,

sono una di quelle donne che hanno la vista e l’udito di un gatto

sono una di quelle donne che parlano con gli alberi e le formiche,

sono una di quelle donne

che hanno il cervello di Ipazia, di Artemisia, di Madame Curie.

E sono bella!

/Ho la bellezza della luce, ho la bellezza dell’armonia/

ho la bellezza del mare in tempesta, ho la bellezza di una tigre-,

ho la bellezza dei girasoli, della lavanda e pure dell’erba gramigna!-

Per cui sono Strega.

-/Sono Strega perché sono diversa, sono unica, sono un’altra,-/

/sono me stessa, sono fuori dalle righe,/

//sono fuori dagli schemi, sono a-normale… sono io!//

///Sono Strega perché sono fiera del mio essere animale-donna-zingara-artista///

e … folle ingegnere della mia vita.

Sono Strega perché so usare la testa, perché dico sempre ciò che penso,

perché non ho paura della parola pericolosa e pruriginosa,

della parola potente e possente.

Sono Strega perché spesso do fastidio

alle Sante Inquisizioni di questo strano millennio,

di questo Medioevo di tribunali mediatici e apatici.

Sono Strega perché i roghi esistono ancora e io

– prima o poi –

    potrei finirci dentro.

“Oggi la violenza sulla donna è peggio dell’Inquisizione” @ritacerimele

Articoli simili:

L’articolo – Chiamatemi strega -PASSIONE E CAMBIAMENTO La rubrica di Rita Cerimele proviene da Passione Vera.

continua

news

Giovanna e le sue ricette. Giovanna in cucina

Pubblicato

il

da

Giovanna è su Passione vera! Perchè?

Giovanna raccontaci tu stessa…Chi sei? Cosa fai?

Ciao a tutti! Sono Giovanna! Meglio conosciuta per aver ottenuto visibilità grazie al mio blog . Si tratta di un blog di cucina che ha ricette diversamente salate!

Cosa lo rende unico rispetto agli altri?

Bella domanda! Il mio sito si distingue dagli altri perchè…Troverete il sale solamente nell’acqua di cottura di pasta e riso trovando piatti ugualmente saporiti! Scherzo! Per restare in tema…Sappiate che usare poco sale fa solo bene a tutti soprattutto a chi soffre ad esempio di pressione alta!

Cos’altro vuoi dirci Giovanna?

Avvicinandosi Natale vi lascio il link con delle proposte per il menù della vigilia, ci sono proposte anche per i vegetariani https://blog.giallozafferano.it/giovannaincucina/menu-della-vigilia/   

Bene! Continuiamo a parlare di te…

“TU” in tre pregi e tre difetti, hobbies

Tre pregi e tre difetti è una delle domande più difficili perché ci sono delle caratteristiche che si possono definire così, ma altre che possono essere considerate sia pregi che difetti. Tre difetti: la suscettibilità, la pigrizia, il disordine o l’ordine personale; tre pregi: la creatività, la fantasia, il problem solving. Nel secondo gruppo metterei la testardaggine e l’orgoglio che hanno una valutazione molto soggettiva.

Se gli hobbies sono quelle attività che ti rilassano tenendoti impegnata sono il ricamo e il cucinare, il primo non lo faccio da un bel po’ invece del secondo me ne occupo molto.

Il tuo rapporto con il tuo lavoro, ti piace quello che fai? Per te è una passione vera o ti sei adattato al contesto in cui vivi?

Cucinare, creare, studiare la ricetta e gli abbinamenti tra gli ingredienti e con le altre portate, cucinare in anticipo per gli eventi futuri, fotografare, raccontare il tutto sul blog, promuovere sui social. Questo è il mio lavoro e mi piace molto, ancora non ci guadagno perché molte aziende mandano i prodotti da promuovere senza pagare la pubblicità (pensare a tutto il lavoro che c’è dietro ad una ricetta e a un articolo).

Sto studiando il SEO, la grafica, e altro per migliorarmi e migliorare le ricette e il blog.

Quali ostacoli, se ci sono stati, hai sperimentato durante il percorso e come li hai superati? Cosa diresti a chi comincia un percorso come il tuo. Quanto è stata importante per te la passione che hai messo in quello che stavi realizzando.

Gli ostacoli ci sono stati, ci sono e ci saranno sempre. Io per superare gli ostacoli uso tre ingredienti in dosi diverse secondo il caso: un po’ di orgoglio, un po’ di testardaggine ed un po’ di problem solving. La passione mi ha aiutata ad arrivare fino a qui ed a voler sempre imparare per crescere.

La blogger non è un lavoro semplice come sembra, ma se hai un po’ di tempo da dedicargli e ti piace lasciati travolgere.

Il tuo rapporto con la vita, il tuo motto, le tue credenze.

Il mio rapporto con la vita è a tappe a cui do un colore, come se fossi una pittrice (il piatto non è altro che una tela):

  • Il periodo azzurro che è il periodo della scuola compreso di laurea e corsi post-laurea, fino al 2006.
  • Il periodo blu nel quale non sapevo che fare perché avevo studiato tanto ed il lavoro non si trova, poi ho iniziato a pensare di crearmelo.
  • Il periodo giallo iniziato con la creazione del blog 2012, sperando che presto diventi verde per gli introiti, ci riuscirò.

Come avrete capito il mi motto è “Chi la dura la vince”.

Il tuo idolo, c’è qualcuno a cui ti ispiri per realizzare la tua vita?

I personaggi che mi piacciono sono diversi e di diversi ambiti, nel mio mi piacerebbe conoscere Cannavacciuolo, Barbieri e Bastianich (magari investisse su di me).

Il libro, l’opera d’arte, o la trasmissione televisiva/ radiofonica (ecc…) più famosa che avresti voluto realizzare tu.

Sicuramente avrei voluto scrivere L’infinito di Zichichi e partecipare a Mela verde o a Linea verde. Ho in mente un’idea di trasmissione, riuscirò a proporla? A chi posso rivolgermi?

La tua citazione famosa preferita

Di citazioni non ne ho, ho un motto che caratterizza il mio blog: ”Il troppo stroppia”, concetto che si unisce a ciò che caratterizza lo stesso blog e ve lo dico col mio hashtag #diversamentesalato. Concetto che vi sarà più chiaro andando sul blog https://blog.giallozafferano.it/giovannaincucina/ .

Il tuo ultimo “successo” lavorativo, affettivo, quanto è il frutto della tua spontaneità ed esperienza e quanto invece è il risultato di fattori esterni

L’ultimo successo è che scrivo da poco più di due anni anche su una rivista mensile “Golfo e d’intorni” (si intende il golfo di Gaeta).

Prossimi eventi

Mi è stato proposto di scrivere un libro sul tema del mio blog e voi sarete tra i primi a saperlo.

  • Contatti

Articoli simili:

https://www.passionevera.it/plumcake-alle-crocette-di-fichi-e-mandorle-e-crema-di-nocciola/

L’articolo Giovanna e le sue ricette. Giovanna in cucina proviene da Passione Vera.

continua

Trends